• Italiano
  • English

Laboratorio Didattico per la Simulazione in Medicina - SIM.LAB

Per info e contatti: sim.lab@unipr.it

 

 “Non è la specie più forte che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più recettiva ai cambiamenti”.

— Charles Darwin

Dove siamo

La sede centrale del laboratorio è presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, nell’edificio denominato Pad. 27 (AOU) oppure 10.02.01 (codice SIPE dell’Università). Il Laboratorio comprende un’aula da 50 posti e una sala riunioni da 25 posti (entrambe al piano rialzato) e una struttura di 300 mq di superficie utile al primo piano dove sono collocate 1 sala di simulazione “sala operatoria”, 1 sala di simulazione Endoscopica, 1 Sala di simulazione “lavaggio mani”,1 sala di regia, 1 sala di regia-Storage Area, 1 sala SKILL Room divisa in 3 scomparti, 1 sala Studio Medico per Laboratorio della comunicazione oltre ad altri spazi destinati alla Segreteria e Servizi.

Sala Regia 1

  

La simulazione nella formazione medica prevede l’utilizzo di tecniche nello spettro dall’alta, alla media e bassa fedeltà. Ciascuno degli strumenti adoperati in simulazione prevede la stretta interazione tra i settori di bioingegneria e medicina.

Il Laboratorio di Simulazione

La caratteristica più importante del Laboratorio di simulazione è la possibilità di apprendere in un contesto protetto con l’ausilio di manichini, simulatori e pazienti simulati, siano essi pazienti virtuali o persone.

Il Laboratorio didattico per la Simulazione in Medicina consente di far pratica su manichini e su congegni e dispositivi elettronici ad-hoc, prima di poter applicare le procedure ai pazienti. Grazie alle tecnologie presenti in Laboratorio è possibile creare situazioni ed ambienti assai realistici, in cui esercitarsi in manovre altrimenti cruente o rischiose. Si tratta di approcci che permettono di acquisire abilità e capacità di controllo in modo sicuro, senza rischi per terzi, in un ambiente protetto, che consente di migliorare continuamente la performance fino al momento dell’applicazione nel mondo reale.

Sistema di acquisizione audio-video e debriefing ETC Fusion HD FULL KBPORT

Sistema audio/video avanzato per ripresa, registrazione, archiviazione e debriefing che consente i collegamenti tra le sale simulazione e le 2 camere di regia, nonché il collegamento delle aule dove è possibile seguire ciò che accade nelle sale di simulazione, il sistema comprende anche i collegamenti e tutte le attrezzature AUDIO/VIDEO di tutti gli spazi del Laboratorio di simulazione

Descrizione completa del sistema

La sala di Simulazione "sala operatoria"

 Nella Sala operatoria simulata è possibile effettuare tutta la formazione in simulazione, con lo sviluppo di scenari clinici realistici che, attraverso sofisticati manichini gestiti da computer, riproducono fedelmente eventi fisiologici e patologici. La sala operatoria è gestita da una sala di regia e le due sale sono divise da un vetro unidirezionale. Un sistema di comunicazione audio-visiva, infine, connette la sala dello scenario con un’aula di debriefing.

Nella foto a fianco l’utilizzo del simulatore di parto a corpo intero avanzato con anatomia e funzionalità accurate ideato per facilitare il training ostetrico multi professionale sulla gestione del parto, con modalità di parto manuale e automatica.

Simulatore Avanzato per il training endoscopico bronchiale

Descrizione dell’attività di simulazione

La frequenza presso il Simulatore Avanzato per il training endoscopico bronchiale dà sia allo studente di Medicina che al Medico in formazione specialistica in Malattie dell’Apparato Respiratorio la possibilità di acquisire le basi fondamentali per l’esecuzione dell’esame endoscopico in un ambiente virtuale. A partire dall’esplorazione dell’anatomia delle vie aeree fino alla progressiva acquisizione di tecniche più complesse, come il campionamento tissutale, è garantita un’ampia disanima di tutte le metodiche legate all’endoscopia bronchiale.  Ogni discente ha quindi dalla possibilità di conseguire una competenza sempre crescente in un contesto che esula dai risvolti etici di un approccio diretto sul paziente.

L’iter formativo prevede anche lo svolgimento di un set di casi clinici esaustivi e di progressiva difficoltà, che vengono affrontati congiuntamente da uno studente ed un tutor. La simulazione oltre all'aspetto visivo e tattile, riguarda anche la possibilità di gestire l’uso dei farmaci durante la seduta operativa, permettendo di avvicinare quanto più possibile la realtà simulata alla pratica quotidiana dello specialista in Pneumologia Interventistica, accelerando la curva di apprendimento relativa alle procedure attualmente disponibili.

Per acquisire l’intero percorso formativo è previsto un ciclo di esercitazioni della durata complessiva di venti ore.

Simulatori, manichini e skill trainer

   

Manichini e skill trainer:

  • Trainer per la pratica del bendaggio (caratteristichemanuale);
  • Braccia adulto avanzate per iniezione venosa, intramuscolare, subcutanea, arteriosa e pratica delle suture con pulsazione automatica (caratteristiche) - (manuale);
  • Trainer avanzato per la puntura arteriosa radiale;
  • Manichino per l’inserimento del sondino nasogastrico e PEG;
  • Trainer per la caterizzazione vescicale (maschile e femminile);
  • Trainer indossabile per l’esame al seno avanzato con mammella patologica e linfonodi ascellari correlati video di presentazione;
  • Trainer per l’esame rettale ed esame della prostata;
  • Trainer mezzo busto per l’esame addominale video di presentazione;
  • Trainer per l’esame della pelvi femminile;
  • Trainer per l’auscultazione dei suoni cardiaci e polmonari nell’adulto;
  • Moduli-Kit per legature nodi e suture;
  • Simulatore per Paracentesi;
  • Simulatore per puntura femorale video
  • Simulatore per la cateterizzazione venosa centrale (video di presentazione e funzionamento del simulatore);

 

Simulatori avanzati ad elevata tecnologia:

  • Simulatore Endoscopico avanzato per le vie digestive e respiratorie;
  • Simulatore Avanzato per il training endoscopico sia bronchiale che gastrointestinale con disponibilità di moduli per la broncoscopia, tratto gastrointestinale superiore e inferiore per dare ai discenti la possibilità di acquisire le basi di esecuzione di un esame endoscopico e la relativa manualità esercitandosi su un set di casi esaustivo per la loro formazione basata sulla simulazione;
  • Simulatore di parto a corpo intero avanzato con anatomia e funzionalità accurate.
La sala di Simulazione Endoscopica

Simulatore medico per le procedure endoscopiche gastrointestinali superiori ed inferiori

Laboratorio della Comunicazione

 All’interno del Laboratorio Didattico per la Simulazione in Medicina esistono anche spazi e contesti adatti a svolgere specifiche attività formative, denominate laboratori per la comunicazione, strutturati con alcune particolarità:

  • Locali che contengono piccoli gruppi di discenti (8-10);
  • Con attrezzatura essenziale (qualche sedia e un tavolino che si possano spostare a seconda delle esigenze;
  • Telecamera per videoregistare e monitor per visionare i filmati;
  • Specchio unidirezionale;
  • Possibile collegamento virtuale con altra aula per rivedere il filmato prodotto con il gruppo allargato dei discenti (20-30);

Il laboratorio della comunicazione.

Esiste un generale accordo nel ritenere che l’acquisizione di competenze comunicative da parte dei professionisti sanitari sia essenziale per erogare cure di qualità. È stato dimostrato come una comunicazione chiara influisca positivamente sui pazienti migliorandone la qualità di vita, il controllo dei sintomi e l'aderenza ai trattamenti, e diminuendo il numero dei ricoveri. In diversi contesti formativi di ambito sanitario, sociale ed educativo risultano carenti di specifici programmi di formazione alla comunicazione e, comunque, si tende ancora a privilegiare modalità formative di docenza frontale.

Il laboratorio è utilizzato principalmente dai master per le professioni socio-sanitarie; Management della cronicità, Cure Palliative, Metodologie formative, Area critica, ma è aperto anche ad altri ambiti formativi.   

Modalità di utilizzo del laboratorio:

  • Si organizza il laboratorio con un gruppo di max 25-30 studenti;
  • E’ presente un docente esperto di metodologie di simulazione/gestione dei role playing ed eventualmente un facilitatore;
  • Si inizia con un momento di socializzazione e di spiegazione di questa nuova modalità didattica che viene utilizzata (e si chiede ai corsisti la possibilità di essere video-registrati a fini didattici);
  • Si concorda, nell’ambito del tema di volta in volta assegnato al laboratorio (comunicazione medico-paziente o professionista paziente, professionista familiare, comunicazione di cattive notizie, gestione di conflitti con malati e famiglie o interprofessionali….) un caso reale accaduto a qualcuno dei partecipanti, che può essere simulato;
  • I gruppi, se grandi, si dividono e alcuni sono presenti nel laboratorio, gli altri seguono l’attività dall’aula collegata (con la presenza del tecnico appositamente preparato);
  • Vengono distribuiti i ruoli e ci si attiva per la simulazione. Ai restanti presenti si fornisce il compito di osservare quanto succede (la stessa cosa anche agli esterni);
  • Avvenuta la simulazione, la si commenta, dai diversi punti di vista (attori, tutor facilitatore, osservatori);
  • Una volta commentata, si rivede il filmato e lo si osserva per capire e riflettere meglio su quanto accaduto (de-breafing). Lo stesso avviene anche con il gruppo degli osservatori esterni.
Corsi

  

  • Incontro "Transfer of Training in High Fidelity Simulator" - 27 settembre 2018 - comunicato stampa e locandina  
  • Workshop: Distocia in travaglio di parto - Esercitazioni e simulazioni su manichinino di ecografia in sala parto - 21 settembre 2018
  • Corso - Emergenze ostetriche e formazione Continua  - Simulazioni per il team di sala parto - locandina
  • Corso Suture e Anastomosi Vascolari: I° Corso su Simulatori Vascolari per i Medici in Formazione Specialistica di Area Chirurgica dell’Università di Parma - 9, 10,11 Maggio 2018 –  comunicato stampa e locandina 
  • Corso “Tecnologia avanzata nell’insegnamento della chirurgia mininvasiva per gli Specializzandi dei settori Chirurgici” - 27-29 marzo 2018  comunicato stampa e locandina  

 

Pubblicato Giovedì, 12 Luglio, 2018 - 11:23 | ultima modifica Giovedì, 29 Novembre, 2018 - 16:10